• 0 Articoli - 0.00
    • Nessun prodotto nel carrello.

Shop

Erasmo da Otranto

13.00

Cosa può significare avere trent’anni e nell’animo la sensazione di essere imprigionati dentro se stessi, con il folle desiderio di volare lontano? Ce lo racconta Erasmo, trentenne salentino, che, reagendo alla propria crisi esistenziale, lascia il suo paesino per andare a convivere con il suo amico Gianni, a Lecce. Lì conosce Elena, con cui vivrà una storia, dolceamara ed intensa sin dall’inizio, come le dolorose e piene passioni che hanno una fatale data di scadenza; è il mese di settembre a rappresentare il cambiamento per entrambi: lei partirà per andare a studiare a Bologna e lui per un giro del mondo.
Oltre a viaggiare, Erasmo sogna di scrivere un libro, che invia durante alcune tappe significative, sotto forma di e-mail, al suo amico Gianni.
Le sue storie sono il racconto di un’anima che ha voluto spezzare il rassicurante cordone ombelicale che tiene ancorati alle proprie certezze, per mettere tutto in discussione. È, questo libro, il racconto di una scommessa continua, del tentativo di vivere un sogno, capace forse di innalzare, regalando ebbrezza di volo e uno sguardo più lontano.
Quello che nessuno può però aspettarsi è l’emergenza della pandemia globale, che costringe Erasmo ed Elena a interrompere prematuramente i loro progetti di vita e a ritornare in Salento.
Che cosa succederà alla loro storia?

Il circolo delle quinte

14.00

In una Milano stravolta dall’improvviso arrivo del Covid, un gruppo di musicisti che ha come ritrovo una storica trattoria, affronta le inevitabili difficoltà di una città paralizzata, cercando nella musica una possibile risposta alla sofferenza e al disagio generati dalla pandemia. Il romanzo ripercorre i quattordici contrappunti dell’Arte della Fuga, alternandoli a corrispondenze via mail, telefonate, chat e discussioni sui social dei protagonisti della storia. In primo piano, il doloroso percorso di una Rsa, ferita aperta della città, luogo dove un’intera generazione sta drammaticamente scomparendo. É una partitura composta a più mani, con la consapevolezza che una volta conclusa l’emergenza, la musica non riuscirà certo a cambiare il mondo, ma generando bellezza potrà forse renderlo migliore.

Racconti Divini 2015

13.00

Il vino è l’argomento che lega i racconti presenti in questa raccolta, leggi i 10 migliori dell’edizione 2015 del concorso letterario Racconti diVini. Maniere differenti di interpretare un mondo legato alle singole e personali esperienze e ai diversi luoghi di provenienza degli autori. Storie appassionanti, da leggere tutte d’un sorso. ​

Pourtoi

15.00

Pourtoi” è una storia che vi lascerà senza fiato, una storia che vi appassionerà e vi terrà incollati alle sue pagine. Una storia che comincia nel centro di Parigi, nel salotto di rue Saint-Honoré al n°374 di Marie-Thérèse Geoffrin, una di quelle intellettuali che all’epoca sovvenzionò, spiritualmente e materialmente, una parte della costosa pubblicazione dell’Encyclopédie di Diderot e D’Alembert. Un racconto storico fantastico nato dalla meravigliosa penna di Ermelinda Prete.

Rompere il ghiaccio

13.00

Il racconto delle diversità è un racconto di comportamenti differenti messi a confronto. L’intento è di descriverli, nel loro essere il risultato di un’accumulazione sociale e di mostrare che – oltre alla consapevolezza – è possibile apprendere dagli altri il meglio che ogni cultura propone. Non c’è negli orizzonti e neppure nelle competenze di questa mia pubblicazione l’intento di giudicare o stabilire cosa sia meglio, neanche negli aspetti più densi di storia di questo confronto fra le parti in causa.

La vetrina la mia arte

15.00

Questo libro “La Vetrina la mia Arte” non è un testo tecnico anche se tocco tantissimi temi legati alla vetri- nistica al visual merchandising e alle problematiche commerciali e di settore. Vuole essere un libro che racconta la mia professione e quella di tanti colleghi sparsi per il mondo e che sotto- linea l’importanza del vetrinista e del visual come valore aggiunto. “Il Vetrinista è un regista, la vetrina un palcoscenico, la merceologia l’attore, il passante il pubblico, la decorazio- ne un effetto scenico indispensabile per la narrazione ”

Due perfetti sconosciuti

14.00

Questa non è una semplice storia di passione e d’amore. È un incontro tra anime che cambierà l’intero corso della vita dei protagonisti. E dei lettori. Quando si ama come Anastasia ed Elia la strada è solo una, farsi travolgere dall’amore, farsi trasportare anche quando la razionalità dovrebbe fermarti, è percepire il filo che ci lega ad una persona appena incontrata e sfidare la morte per salvarla. Ritrovarsi in condizioni di avversità e tirare fuori le unghie, vivere situazioni precarie e sentire di essere nel posto giusto perché si sta facendo quello che si deve, amare. Anche al costo della vita. Questo libro ci ricorda che l’amore non deve mai essere misurato in quantità di tempo. Quando arriva bisogna abbattere i muri e viverlo, a pieno, che sia per una settimana o per i prossimi cento anni.

1 14 15